venerdì 19 giugno 2015

Giudizio finale sugli States

L'America è una grande delusione.
L'America è una grande delusione, una farsa. L'immagine stereotipata presentataci dai film non rappresenta in alcun modo la cultura generale degli Stati Uniti. Scrivo di una Nazione che è piena di contraddizioni, paradossi e lacune, scrivo di una Nazione che nonostante controlli il Mondo, risulta a parer mio una delle piu' isolate da esso. Ed è per questo che non mi sorprendo piu' se qualcuno mi chiede se in Italia abbiamo la monarchia o la democrazia. Non c'è di media una cultura di base tra la popolazione e soprattutto tra i giovani. Il sistema educativo rimane di bassissimo livello ed è un peccato, considerando le strutture che hanno. Potete immaginarvi un hotel a 5 stelle affittare camere senza acqua calda? Nelle scuole elementari e medie il valore massimo diventa relativo alla classe, come dimostrato dal fatto che, spesso e volentieri, le maestre valutano gli alunni in base al migliore della classe. E così, il fortunato di turno invece di uscirsene con un'insufficienza grave magari se la cava anche con un buono o con un distinto. I ragazzi quando crescono sono limitati da tutto. Sono limitati dalla scuola come ho appena scritto, sono limitati dai genitori che li considerano bambini fino a quando hanno 18 anni, dalla società che gli prepara la pappa pronta e perfino dalla geografia, che se sei nato sfigato il massimo che puoi fare, una volta varcato il confine del tuo Stato, è andare in Kansas. Altre due grandi limitazioni che gli sono stati imposti sono la religione e le città. La religione, nonostante la Nazione sia stata fondata su una base laica, è fortissima e presente in ogni famiglia. Dimenticatevi il concetto di semi-religione che abbiamo in Italia. Negli States la religione influenza tutto, dalle scelte personali alle scelte politiche. Ricordo un video in cui una ragazza disse fieramente di votare Bush solo perché aveva fede. Tutto è dovuto a Dio, i ragazzi pregano prima di mangiare, prima di una serie in palestra, prima di una partita, prima di una verifica. Moltissimi adolescenti vedono male il sesso appunto perchè è immorale farlo prima del matrimonio. Ecco il sesso, probabilmente gli States sono gli unici tra i paesi occidentali in cui il sesso è ancora un tabu'. Ma non solo, tutto ciò che gira intorno alla relazione maschio-femmina è ancora poco capito. Quindi al liceo le compagnie sono prevalentemente di ragazzi o di ragazze, un abbraccio ad una tipa equivale a provarci e i genitori non vogliono che ragazzi in casa. Come se le loro figlie si scopassero chiunque entri in camera loro, o magari qua siamo piu' in presenza di una mancanza di fede piu' che di un tabu'. La vita sotto i 21 fa cagare. In certi Stati puoi sposarti ancora minorenne, puoi guidare a 16, fumare erba a 18, possedere un'arma alla stessa età ma se ti beccano con una birra ti mettono in galera oppure i tuoi genitori ti fanno un casino che neanche avessi sniffato eroina. I ragazzi non escono, esiste la cultura del starsene a casa. Questo perchè, tornando a prima, la loro altra grande limitazione è la città stessa in cui vivono. Quasi sempre sono gruppi infinite di case che circondano un centro cittadino formato da ristoranti e supermercati. Non esiste un centro come lo intendiamo noi, i mall sono tristissimi, non esistono le vie in cui passeggiare, non esiste il bar in cui riunirsi, non esistono le grandi piazze o parchi. Di conseguenza quello che rimane come scelta è rimanere a casa a giocare ai videogames, starsene al computer o guardare film. La loro vita da adolescenti non può essere messa a confronto con le nostre. Come glielo vai a spiegare il giro in centro, l'incontro in piazza, l'aperitivo al solito posto, il bossare scuola, l'uscire alla sera, l'after, la notte in bianco e il farsi raccontare quello che non ti ricordi della serata precedente. La loro vita altro non si basa che su scuola, sport e casa. Gli ultimi giorni in cui ero li, mentre ripassavo mentalmente il mio anno, guardavo tutti gli studenti e mi facevano pena. Mi facevano pena soprattutto quelli popolari, quelli che se la tiravano, quelle che se la sentivano fighe. Il loro massimo sono i balli scolastici che cadono accanto ad una qualsiasi nostra serata in discoteca, il loro massimo è andare in vacanza in Messico, il loro massimo è andare a fare shopping al mall, dove comprano vestiti su cui noi italiani sputeremmo. E poi ci sono i genitori. A volte ho proprio pensato, "ma come cazzo pensano?". Comprano film censurati per non far sentire ai loro figli la parola con la "f" o per non far vedere loro il sangue sulla strada, non fanno leggere ai loro figli certi libri perchè potrebbero essere troppo influenzati e così via. E' un tutto farli crescere limitati e deficienti, incanalati in un'unica direzione. Non sorprendetevi quindi se sentirete un bambino di 5 anni dire "è colpa di Obama", è totalmente normale. Non c'è scambio e rinnovo di idee, normale quindi che via ancora la pena di morte nel 2015 oppure il libero commercio di armi nonostante puntualmente qualcuno entri in un edificio e uccida decine di persone. Non scrivo questo con rancore ma piuttosto con estrema sincerità, l'America è una grande delusione, una grande farsa.

~Il Cittadino

5 commenti:

  1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  2. Ho letto il tuo blog per tutti questi mesi, ed è l'unico che mi ha lasciato una sensazione di amaro, ma forse è anche il più realistico e oggettivo.

    Dopo la tua esperienza, consiglieresti di partire per gli states? Pensi che se fossi partito per un'altra meta sarebbe stato meglio?
    E infine, rifaresti tutto solo per quello che ti ha dato l'esperienza?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Letizia! L'esperienza va oltre al posto in cui sei, quindi comunque ripartirei mille volte nonostante gli States mi abbiano deluso. Ovvio che ora, conoscendo l'andazzo, difficilmente risceglierei gli Stati Uniti, ciò non toglie comunque che io abbia conosciuto persone fantastiche! Il post che ho scritto fa riferimento all'Americano medio, quindi se tu andrai li vai tranquilla che incontrerai persone che ti rimarranno nel cuore tutta la vita:) l'unica cosa ecco, non ti aspettare la vita festosa dei film

      Elimina
  3. Ciao! Ho letto il tuo blog mi piace moltissimo! Vorrei aggiungerlo alla lista degli exchange students nel mio blog! ricambieresti? :)

    Il mio blog è: http://livingyourdreamabroad.blogspot.com
    Grazie mile :)

    RispondiElimina

.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...